Il 27º Simposio di Primavera

dedicato alle lingue dialettali del Trentino e d’Italia
con un ricordo per Giorgio BASSANI

Elio Fox e Maria Cristina Nascosi (nella foto di Franco Sandri, A.I.R.F.)

A Vattaro, a pochi chilometri da Trento, si terrà, domenica prossima 17 aprile 2016, la 27ª edizione del Simposio di Primavera del Cenacolo Trentino di cultura dialettale, Giornata di studio organizzata, ab ovo, dallo stesso Cenacolo con il patrocinio della Regione Autonoma Trentino-Alto Adige. Numerose le adesioni di gruppi da tutto il Nord, compresa l’Emilia-Romagna con Ferrara rappresentata dalla poetessa Vanna Cavallina e dalla ricercatrice e storica linguistico – dialettale e socia-collaboratrice dell’A.N.Po.S.Di. (Ass. Naz. Poeti e Scrittori Dialettali d’Italia) Maria Cristina Nascosi Sandri che ricorderà l’amore per la lingua dialettale ferrarese di Giorgio BASSANI, il grande scrittore di cui quest’anno ricorrono i 100 anni dalla nascita.
Elemento trainante per eccellenza il prof. Elio Fox, studioso, commediografo, saggista e Presidente da sempre del sodalizio dialettale, che così racconta le origini del prezioso ed imprescindibile appuntamento per la cultura e la civiltà dialettali italiane:
E sono 27.
Da 27 anni il Cenacolo trentino di Cultura dialettale organizza quello che è sempre stato chiamato il «Simposio di Primavera», perché, fin dalle origini, si è sempre tenuto in aprile. (…)
Fin dalle sue origini il Cenacolo ha cercato e ottenuto amicizia e fraternità con gli altri gruppi di molte parti d’Italia:  Il Gruppo poesia 83, il Cenacolo poesia Valsugana, El Ròcol del Primiero, Iudicaria, Voci d’Anaunia, il gruppo Barbarani di Verona, i Poeti del Luni di Negrar, Gruppo poeti di Belluno Veronese, La Panòcia di Schio, El Graspo di Thiene, gli Amissi de’a Poesia di Bassano, l’Academia Aque Slosse di Bassano, Poetesse e Poeti afferenti ad AR.PA.DIA. l’Archivio Padano dei Dialetti ideato da M. Cristina Nascosi di Ferrara, Poeti di Bologna, Al Fogolèr di Mantova, El Zach di Cremona, l’Acarya di Como, poeti di Bergamo (…).
Ed il risultato è, ogni anno, sempre più lusinghiero e di successo, per partecipazione, amicizia ed umanità, quelle vere (…).
Anche quest’anno le ‘presenze’ saran circa 120… una ‘sinfonia dei linguaggi’, un veropalma res’ più che unico.

Anche questo è un modo di fare cultura: dialettale, naturalmente.  

 

Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *